tpi-back

domenica 20 gennaio 2008

Clinton - Obama 2 a 1




E così dopo il terzo set di questo lunghissimo match elettorale per le presidenziali americane, Hillary Rodham Clinton passa in testa nel computo delle vittorie su Barack Obama, dopo i caucuses di questa notte in Nevada, ottenendo il 51% dei voti, contro il 45% del suo avversario afroamericano. Ad onor del vero Obama non ha perso completamente. Infatti, grazie ad un complicato calcolo (tutto a stelle e strisce) il senatore ha conquistato 13 delegati contro i 12 di Hillary (vince alla fine chi raggiunge il numero di 2.025 delegati) e, per ora, è distanziato di 100 delegati (http://www.latimes.com/news/politics/primaries/), ma la corsa per la vittoria è ancora molto lunga. Anche in questa votazione (come già avvenne nella precedente nel New Hampshire) la moglie dell'ex presidente degli Stati Uniti è riuscita a vincere grazie al voto delle donne, tornate a sostenere in massa Hillary dopo la sua prima sconfitta in Iowa lo scorso 3 gennaio. Un aiuto non di poco conto, considerando il numero delle donne in America, che unito al look presidenziale, alla foto di famiglia e alle promesse in campagna elettorale, dovrebbe costituire un buon gruzzolo di speranze per la vittoria finale, anche se chi vi scrive è sempre tifoso del senatore afroamericano (come già segnalato nei due post precedenti dedicati alle presidenziali americane) e non dispera di vedere alla Casa Bianca, a novembre prossimo, il primo presidente di colore. Prossimo appuntamento il 26 gennaio in South Carolina.

2 Commenti:

  • Alle domenica 20 gennaio 2008 15:56:00 GMT+1 , Anonymous Anonimo ha detto...

    Carissimo buona domenica.Cominciamo dalle elezioni americane.Anche io faccio il tifo per Obama,però ho la sensazione che battere Hillary sia molto difficile.Comunque staremo a vedere.Per quanto riguarda Veltroni,la sua è una presa di posizione molto coraggiosa,però non è da trascurare il dialogo con le altre forze del centrosinistra e la lealtà verso l'attuale governo.Se non l'hai letto,ti consiglio caldamente l'ottimo editoriale di Eugenio Scalfari,forse uno dei migliori.In esso,con una grande lucidità laica e democratica,fa una disamina critica della gerarchia ecclesiastica e di alcuni politici cattolici depositari della vera Fede,come Mastella,Cuffaro,Casini e Berlusconi.Mauro

     
  • Alle domenica 20 gennaio 2008 17:00:00 GMT+1 , Blogger nomadus ha detto...

    Buona domenica a te, caro MAURO. Ho letto l'editoriale di SCALFARI, lucidissimo come al solito e condivisibile per la maggior parte delle sue argomentazioni. Per quanto riguarda la posizione di Veltroni, mi auguro (come ho scritto nel mio post) che il suo coraggio e la sua lealtà non vengano interpretate come "buonismo" politico e che quindi venga scavalcato da altri personaggi politici dotati di più "cattiveria" elettorale (che a volte ha maggiore "presa" su chi è chiamato al voto). Speriamo bene.

     

Posta un commento

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]

Link a questo post:

Crea un link

<< Home page