tpi-back

giovedì 6 dicembre 2007

le disavventure di danilo


Ho seguito oggi pomeriggio su SkyTg24 l'intervista esclusiva all'evaso Danilo Coppola, l'immobiliarista e faccendiere romano arrestato il 1° marzo di quest'anno per bancarotta, riciclaggio e altri reati di natura finanziaria e dal 28 giugno agli arresti domiciliari nella sua villa di Grottaferrata. Ultimamente le sue condizioni di salute si erano ulteriormente aggravate ed era stato ricoverato prima all'Umberto I e da pochi giorni presso l'Ospedale San Sebastiano di Frascati. Da qui (visto che non era piantonato) stamattina se n'è andato e si è messo in contatto con la giornalista Raffaella Cesaroni di SKY, che così ha avuto modo di raccogliere le sue dichiarazioni, ottenendone un invidiabile scoop giornalistico. Ho notato l'espressione sofferente di Coppola durante i 15 minuti dell'intervista: non aveva più quell'aria spavalda e sicura che mi ricordavo delle immagini trasmesse in tv e pubblicate sui giornali due anni fa, quando balzò agli onori della cronaca insieme a Ricucci & Co. ovvero i famosi furbetti del quartierino, autori delle (arcinote) tentate scalate bancarie. Mi ha fatto quasi un pò di pena, oggi pomeriggio, Coppola in tv. Non so se era sincero nel raccontare la sua versione dei fatti (con un duro e continuato attacco al pm Giuseppe Cascini, titolare dell'inchiesta insieme a Lucia Lotti e Rodolfo Sabelli); fatto sta che il carcere lo ha piegato ma non spezzato. Si sente perseguitato dai giudici, confida nelle brave persone che spera ascoltino il suo grido d'aiuto, accusa il pm Cascini di abusare del suo potere giudiziario (non sarebbe la prima volta che accade in Italia...) e cerca di scaricare sul suo commercialista (pagato 100.000 euro al mese!, mi offro come sostituto...) i peccati veniali di distrazioni fondi e non pagamento al fisco del dovuto. Al termine dell'intervista, Coppola si è riconsegnato nelle mani della giustizia, rischiando ora di nuovo il carcere per evasione. La giornalista di SKY, al termine dell'incontro, si è maternamente rivolto all'immobiliarista pregandolo di tornare in ospedale per curarsi, anche perchè, come direbbe il buon Celentano, la situazione di Danilo non è buona...

0 Commenti:

Posta un commento

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]

Link a questo post:

Crea un link

<< Home page