tpi-back

lunedì 3 marzo 2008

Paolo Notari & il giornalismo lecca lecca


Questa sera casualmente ho seguito StrisciaLaNotizia dopo la scorpacciata festivaliera sanremese e il servizio che riguardava un giornalista inviato al seguito della kermesse canora ligure (tale Paolo Notari, presente anche in Rete con il suo sito http://www.paolonotari.it/home.htm) per conto della RAI e in particolare per la trasmissione Sabato Domenica &... Nel servizio riproposto da Striscia si nota come il giornalista riesca a toccare vette di involontaria comicità ma anche di lecchinaggio professionalmente evoluto nei confronti del direttore di Rete (Fabrizio Del Noce), colui che ovviamente ha caldeggiato la presenza del sommo Notari in tv. L'evento si ha quando Notari, nel collegamento da San Remo, legge le pagelle di Aldo Grasso sul Corriere della Sera di ieri mattina, con i voti assegnati ai protagonisti del Festival, compreso Del Noce (http://www.corriere.it/Spettacoli/2008/Sanremo/pagelle_sanremo_aldo_grasso_268368ee-e833-11dc-a743-0003ba99c667.shtml), omettendo di segnalare il bel 4 rifilato dal principe dei critici televisivi al suo datore di lavoro (http://www.video.mediaset.it/video.html?sito=striscia&data=2008/03/03&id=7065&categoria=servizio&from=striscia) che ovviamente non tarderà a manifestare il proprio apprezzamento per l'operato altamente professionale del magno Notari. Ho sempre condiviso in pieno l'affermazione che faceva l'indimenticato Enzo Biagi a proposito del lavoro di giornalista ("...sempre meglio che lavorare"). In questo caso, però, applicato alla figura e all'opera del signor Notari, mi sembra che stridi un pochino con la realtà dei fatti. Mai come in questa occasione sarebbe meglio fare qualsivoglia tipo di lavoro. Tutto, meno che il giornalista.

0 Commenti:

Posta un commento

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]

Link a questo post:

Crea un link

<< Home page