tpi-back

martedì 11 dicembre 2007

elogio (semiserio) del viagra


Nella vita ci sono date importanti che ognuno di noi vuole ricordare:il proprio compleanno (naturalmente), l'anniversario del matrimonio, la laurea e così via. Ci sono anche avvenimenti (anche non personali) che vengono ricordati e celebrati dai mass-media e dall'opinione pubblica: la nascita della Repubblica italiana, la conquista della luna, la vittoria dell'Italia ai Campionati del mondo di calcio, la scoperta del DNA, Internet e così via. Ma c'è una ricorrenza che forse può essere ricordata più piacevolmente da molti uomini (e di conseguenza dalle proprie compagne...) ed è quella del viagra. Ebbene sì, sono 10 anni che la magica pillola blu è stata introdotta sul mercato mondiale, dalla multinazionale americana Pfizer, a beneficio di tutti quegli uomini che avevano qualche problemino di natura (diciamo così) erettile, intervendo prontamente alla risoluzione di fastidiose brutte figure, nell'intimità dei talami nuziali (o delle alcove...) e salvando anche molti rapporti in crisi. Ho letto, in proposito, un bell'articolo su Max di dicembre, a firma di Carlo Falciola e Manuela Lehnus, in cui si sottolinea anche l'efficacia del viagra sul nostro organismo con un effetto anti-aging, contribuendo a "ringiovanire" il cuore e le arterie, migliorando la memoria e addirittura riducendo l'effetto jet lag (ma questo, purtroppo, solo sui criceti, per ora...), oltre al rinomato e benefico afflusso di sangue nell'organo genitale maschile, che sentitamente ringrazia. Dal 1997, anno di entrata sul mercato mondiale, sono statie vendute circa un miliardo e mezzo di pillole blu! Un successo planetario, confortato anche in ambito nazionale: 44 milioni quelle vendute in Italia (la media praticamente di quasi una pillola a testa, esclusi neonati e centenari) e, sempre stando alle statistiche dei ricercatori dell'Azienda opedaliero-universitaria Santa Chiara di Pisa, circa 27 milioni di uomini hanno avuto totalmente risollevata (evitiamo facili ironie...) la loro vita sessuale, a beneficio anche delle rispettive donne. Che dire: una volta c'era l'unguento magico, usato dalle nostre nonne, per le scottature, lo sciroppo miracoloso per la tosse, la supposta taumaturgica che ci faceva andare in bagno; ora, invece, c'è la favolosa pillola blu, amica e compagna risolutrice dei nostri (grandi e piccoli, a seconda delle misure...) problemi di disfunzione erettile e di magre figure. Da qui il famoso slogan: più viagra per tutti!

0 Commenti:

Posta un commento

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]

Link a questo post:

Crea un link

<< Home page