tpi-back

giovedì 18 dicembre 2008

se anche Gelli ha facoltà di parlare...


Non mi stupisco più di niente. Il susseguirsi di eventi, parole, fatti, opinioni e quant'altro mi lasciano sempre più sconcertato. Scandali e corruzione dilagante, politica nel fango, giornali che azionano i ventilatori per diffondere quanta più melma possibile. E come se non bastasse ci si mette pure il Grande Vecchio a dire la sua. E uno dei quotidiani più diffusi in Italia (si colloca subito dietro "Il Corriere della sera","La Repubblica" e "Il Sole 24 ore"), parlo de "la Stampa", di Torino, diretta da Giulio Anselmi, ha pubblicato l'altro giorno un'intervista lunga una pagina intera a Licio Gelli, il Venerabile della Loggia P2, ritornato agli onori della cronaca non solo politica, visto e considerato che ora è anche presente ogni settimana su Odeon TV. La giustizia italiana, malgrado numerosi processi intentati negli ultimi venticinque anni dopo la scoperta della Loggia e l'inchiesta parlamentare del 1982, non è giunta (come succede sempre nei confronti dei ricchi e dei potenti) a nessun risultato. Licio Gelli è un cittadino libero e dotato di idee assai precise su se stesso, come sull'Italia. Per prima cosa fa una domanda retorica al giornalista: "Il mio piano rinascita ha trionfato, non crede?" E subito dopo: "Berlusconi se ne é letteralmente abbeverato, la giustizia e le carriere separate dei giudici, le tv, i club rotariani in politica…Già, proprio come Forza Italia. Apprezzo che non abbia mai rinnegato la sua iscrizione alla P2, e del resto come poteva?" I riferimenti di Gelli sono limpidi. Quando parla del piano rinascita, ricorda il suo "Piano di rinascita democratica" sequestrato a sua figlia all'aeroporto di Linate, che prevedeva appunto l'addomesticamento della stampa e della tv (chi potrebbe negarlo oggi?), la divisione dei sindacati (innegabile, senza dubbio), la separazione delle carriere e altri obbiettivi minori. E non si può dar torto a Gelli quando dice che Berlusconi se ne è "abbeverato". Quel che è difficile da accettare, riguardo alla diagnosi generale di Gelli, è che la crisi della sinistra (di cui tanti oggi ne parlano) derivi dall'espansione delle logge massoniche di cui vaneggia il Venerabile. A Firenze enumera 520 logge a Palazzo Vecchio e 500 a Palazzo Vitelleschi e si lamenta per le "discriminazioni" che, a suo avviso, ci sono in alcune regioni come Marche e Toscana. Poi aggiunge che ormai (finito il Pci) non ci sarebbe più la sinistra. Ma qui cade in contraddizione, perché se la giunta fiorentina di Domenici non gli pare più di sinistra ma poi gli pare in crisi, non ci si capisce un granchè….Tra Veltroni e D'Alema non vede differenze e preferisce, nettamente, la moglie di quest'ultimo (la riservatissima Linda Giuva), che è una nota archivista presso l'Università di Siena, alla quale si è rivolto per depositare le carte innocue di carattere storico che aveva nella sua villa. Gelli oramai è in pista e, a proposito della P2, afferma senza esitazioni: "La P2? La rifarei tranquillamente…" E ribadisce: "Meglio burattinaio che burattino." Il cerchio sembra ormai chiudersi, dopo vent'anni di turbolente vicende, ritornando alla casella iniziale. Ma è possibile che gli italiani non se ne accorgano? Che sia giunta a questo punto di declino la nostra democrazia? Francamente sono sempre più stupito. Dolorosamente stupito.

3 Commenti:

  • Alle venerdì 19 dicembre 2008 16:53:00 GMT+1 , Blogger rossaura ha detto...

    Caro Fidi, alcuni italiani se ne accorgono, e se ne accorgono bene, non serviva il rispolvero mediatico del venerabile per sapere che il suo "Piano Rinascita" è stato realizzato dal pupillo Berlusconi, che da uomo avezzo alle scene non ha mai rinnegato l'iscrizione alla P2, tralasciando di raccontare anche quanto questa iscrizione lo ha agevolato nei suoi pèiani personali.
    Il "Piano Rinascita" va a pari passo con il "Piano Berlusconi" e mi chiedo se chi li asseconda si r3ende conto di quello che sta facendo sia politicamente che socialmente, possibile che nessuno colga il pericolo del momento? Non la sinistra impegnata a sopportare stoicamente tanta devastazione, ovviamente devastazione in casa propria, perchè dell'Italia non gliene può fregar di meno.
    inceramente il venerabile se fosse per me parlerebbe dalle sbarre della prigione, ma si sà io sono giustizialista e quindi ... fanatica.
    Ciao Ross

     
  • Alle venerdì 19 dicembre 2008 21:00:00 GMT+1 , Blogger nomadus ha detto...

    Cara ROSS, non è che sei giustizialista o fanatica, no, assolutamente. E' che ti disegnano così, che ci vuoi fare...A parte gli scherzi, tu sai che sulla questione Berlusconi con me sfondi una porta aperta, apertissima. Inutile ripetermi. La questione Gelli è scandalosa solo perchè un uomo, che tutto il mondo sa essere il grande manovratore degli ultimi trent'anni di storia del malaffare in Italia, si può permettere da cittadino libero (mentre dovrebbe stare nelle patrie galere) di pontificare e alludere, dire la sua e gettare fango su tutto e tutti, senza che nessuno (parlo delle Istituzioni) senta il benchè minimo dovere di intervenire per far cessare questo indecente spettacolo.

     
  • Alle sabato 20 dicembre 2008 14:38:00 GMT+1 , Blogger rossaura ha detto...

    Se devo essere sincera a volte sogno uno tsunami politico come sogno anche uno tsunami emotivo. vorrei veder cancellate molte cose brutte che di angustiano la vita.
    I problemi etici e morali che si delineano e che tendono a uniformare la nostra visione del mondo su un livello molto alto di sopportazione, devono essere risolti e la nostra primaria responsabilità, come persone che si dicono di sinistra, è quella di ripulire totalmente la nostra parte politica di quegli ominidi che ne minano la credibilità in un modo così tatalizzante. Devono andarsene, nonn si deve avere pietà per nessuno di loro, sono stati uomini politici e già questo preoccupa, perchè oltre alla politica non c'è niente altro che sappiano fare. Sono dei falliti, e lo devono ammettere, ma la cosa peggiore è che non vogliono andarsene perchè non saprebbero che altro fare..... e io sinceramente, visto che mi disegnano così, qualche cosa in qualche posto gliela trovere da fare. :-)
    Così ho risposto anche al post sulle facce di bronzo!
    Ciao buon sabato e domenica, ma forse ci si risente

    Ross

     

Posta un commento

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]

Link a questo post:

Crea un link

<< Home page