tpi-back

venerdì 20 giugno 2008

il PD e una ripartenza (politica) difficoltosa




L'assemblea costituente del Partito Democratico in corso alla nuova Fiera di Roma (da seguire in diretta su http://www.democratica.tv/) ha permesso al segretario Walter Veltroni di far conoscere ancora più nei dettagli (con la sua articolata e pungente relazione di questa mattina, http://www.partitodemocratico.it/gw/producer/dettaglio.aspx?ID_DOC=53360) la sua idea e il suo giudizio su queste prime settimane del governo berlusconiano. Un giudizio estremamente critico e negativo (e non poteva essere diversamente) che però questa volta ha una maggiore e più concreta valenza oppositiva, propria di un leader di partito di opposizione, a differenza di qualche tempo fa quando il PD si schierava su posizioni "dormienti" e poco incisive. Per far sentire ancora più forte la sua voce Veltroni, dal palco dell'assemblea del PD, ha annunciato che "in autunno ci sarà una larga parte degli italiani che noi chiameremo a raccolta per un'azione di protesta e di proposta in tutto il Paese e culminerà con una grande manifestazione nazionale" facendo intendere così alla maggioranza berlusconiana che i segni di risveglio politico del partito di opposizione ci sono e continueranno ad esserci. Certo, ci voleva lo "strappo" sull'emendamento "salva-premier" per far ridestare le coscienze critiche del PD e dei suoi delegati, che proprio in questa assemblea romana stanno offrendo un segnale chiaro e positivo di voglia di riprendere in mano un ruolo costituzionalmente e politicamente importante, vitale com'è quello del partito di opposizione. Una ripartenza certamente difficoltosa e piena di incognite, dovuta anche ai malumori di alcune "correnti" interne (Parisi in testa) che ovviamente non sono "allineati e coperti" alle direttive del segretario. Ma nonostante ciò, ho l'impressione che questa "animata" discussione politica, in corso alla Fiera di Roma, sia il segnale inequivocabile di una effettiva "presenza" del Partito Democratico nel panorama politico italiano, senza ombre e senza compromessi, ma alla luce del sole e con l'approvazione di milioni di italiani che un paio di mesi fa avevano espresso senza indugio un voto favorevole.

0 Commenti:

Posta un commento

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]

Link a questo post:

Crea un link

<< Home page