tpi-back

sabato 19 aprile 2008

Strasburgo, il paradiso dei "ripescati"...


Da queste elezioni politiche del 13 e 14 aprile non tutti i politici sono usciti con le ossa rotte. E' vero, molti nomi di primo piano non avranno più lo scranno a Montecitorio o a Palazzo Madama, ma ci sono dei parlamentari cosiddetti trombati che hanno ritrovato il sorriso (e anche una poltrona). Infatti, stando al bell'articolo di Nicola Imberti pubblicato ieri su IL TEMPO, molti nomi (anche dello spettacolo) grazie ad un complicato giro di voti, di rinunce e di favori, si troveranno a sedere su una poltrona prestigiosa come quella dell'Europarlamento di Strasburgo, città francese diventata oramai la culla dei bocciati nel proprio Paese. L'elenco è parziale e suscettibile di variazioni (in più, non in meno) ma a scorrerlo ci si ritrovano nomi televisivamente noti e comunque non sempre di secondo piano (http://www.iltempo.it/2008/04/18/868297-diventa_paradiso.shtml). Strasburgo si avvia quindi, se le cose continueranno in questo modo, a diventare una sorta di "riserva indiana" alquanto famosa e ben frequentata. Dai trombati e dalle stelline cadenti...

0 Commenti:

Posta un commento

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]

Link a questo post:

Crea un link

<< Home page