tpi-back

domenica 6 aprile 2008

Mastella in tv (o forse fumetti in tv)


La notizia è troppo bella per essere (forse) vera. Clemente Mastella si ricicla. Un pò come si fa con la spazzatura, l'ex leader dell'UDEUR diventa una ecoballa. O forse una balla soltanto. Fatto sta che il quotidiano romano IL TEMPO ha dato per certo il fattaccio (http://www.iltempo.it/politica/2008/04/06/863103-mastella_riscopre_conduttore_esordio_mediaset_pronta.shtml) e l'ha strillato in prima pagina. Il Mastellone diventerà un conduttore tv. Mediaset ha già pronto un faraonico contratto per assicurarsi in esclusiva i servigi giornalistici del novello VENTANA (una sorta di replicante tv, metà Vespa e metà Mentana) che avrà un programma tutto suo, magari in prima serata (così non pesterà i piedi ai suoi concorrenti), e delizierà i telespettatori con le sue profonde conoscenze (altamente acculturate) dell'alveo politico, dei segreti di Palazzo, di congiure, pianisti e franchi tiratori. Sono proprio curioso di vedere il re di Ceppaloni in azione, con la cartellina in mano, aggirarsi tra poltrone di pelle umana, con le porte dello studio che si aprono al suono della campanella (magari quella che si usa alla Camera o al Senato, fa più chic) per far entrare i politici di turno, magari accompagnati da una valletta in minigonna e tacchi a spillo (non ci vedrei male la signora Lonardo nel ruolo...) che un Santoro se la sogna, altro che la Borromeo. Tutti pronti, dunque, ad accogliere nelle nostre case il nuovo anchorman del terzo millennio, il nuovo principe del tubo catodico, quello che solleticherà l'interesse (e magari ci scriverà pure un articolo) del filosofo e semiotico professor Umberto Eco, come già è successo di recente con Carlo Conti. Sembrerebbe un fumetto in tv, in realtà tutto ciò potrebbe accadere sul serio.

0 Commenti:

Posta un commento

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]

Link a questo post:

Crea un link

<< Home page