tpi-back

venerdì 23 novembre 2007

chi è l'esperto di parrucche?


Mi sono fatto questa domanda stamattina non dopo essermi guardato allo specchio ma semplicemente dopo aver visto in tv (Canale5, ore 9) l'intervento di Pierferdinando Casini nel corso della trasmissione Panorama del giorno condotto da Maurizio Belpietro. Disquisendo del più e del meno, analizzando gli effetti politici e non, derivanti dalle dichiarazioni del cavaliere (a proposito di parrucconi e parrucche, immagino sia certificata la competenza in materia del novello Re Sole meneghino...) elargite a piene mani negli ultimi giorni, lasciandosi andare a questa sorta di boutade post finanziaria, con strizzatina d'occhio alla francese, che hanno suscitato clamori e risentimenti all'interno della ormai ex coalizione di centrodestra. Casini ha testualmente risposto alla domanda di Belpietro: "...io la parrucca non ce l'ho, qualcun altro non lo so. Chieda a lui, l'esperto di parrucche è lui, non io..." rincarando poi la dose di critica prettamente politica affermando. "...Berlusconi ha fondato un partito dal tetto di una macchina e oggi si pone invece il problema che, nell'obiettivo di aggiungersi qualcuno, rischia di perdere qualcun altro..." ponendo l'attenzione sulla acclarata insoddisfazione (sua e di Fini in primo luogo) e fastidio, politicamente elevato, generato dalla mossa a sorpresa del cavaliere di decretare la fine di Forza Italia e di dar vita ad un nuovo (anche se è un semplice restyling) partito, del popolo e della libertà, almeno stando alle intenzioni di sua emittenza. Lo scenario che si presenterà, a mio modesto avviso, sarà quello di una triplice formazione di aggregazione politica. Lo schieramento veltroniano dell'appena costituito Partito Democratico (e dei suoi satelliti orbitanti, come Rutelli, Fassino e forse D'Alema), quello berlusconiano (con i soliti noti, come Bondi, Bonaiuti, Brambilla e forse Storace) e infine l'ultimo schieramento chiamiamolo finiano (con partecipazione forse di Casini) che avrà peso soprattutto come ago della bilancia in una eventuale contrapposizione elettorale del prossimo anno tra i due principali contendenti (Veltroni e Berlusconi). Speriamo che qualcuno si ricordi che ci sono anche gli elettori...

0 Commenti:

Posta un commento

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]

Link a questo post:

Crea un link

<< Home page