tpi-back

giovedì 1 ottobre 2009

le omissioni di Augusto Minchiolini (e del suo TG1)


Questa mattina devo fare un post monumento ad un giornalista de la Repubblica, per il semplice motivo che si è sacrificato per la comunità immolandosi davanti allo schermo televisivo per seguire (spero per lui che qualcun altro lo abbia aiutato) le 150 edizioni del TG1 delle ore 20, mandate in onda da quando Augusto Minchiolini ha assunto la direzione del telegiornale più seguito dagli italiani. Il nome del giornalista eroe di Repubblica è Carmelo Lopapa, 37 anni, palermitano, laureato in Giurisprudenza; dopo due anni di praticantato avvocatizio in Sicilia ha preferito la redazione isolana di Repubblica nella quale è entrato nel 1997. Si è trasferito a Roma successivamente e dal 2006 è notista parlamentare, dalla cui esperienza ha scritto il libro Sparlamento (http://www.unilibro.it/find_buy/findresult/libreria/prodotto-libro/autore-carmelo_lopapa_.htm). Per tornare al mio personale ringraziamento a Lopapa vi propongo il suo reportage sul TG1 e Minchiolini di stamani (http://rassegna.camera.it/chiosco_new/pagweb/immagineFrame.asp?comeFrom=rassegna&currentArticle=NJMYG) e lo voglio accompagnare con l'editoriale, sullo stesso argomento, di Giuseppe D'Avanzo (http://rassegna.camera.it/chiosco_new/pagweb/immagineFrame.asp?comeFrom=rassegna&currentArticle=NJMU5) che rafforza indubitabilmente la teoria di Lopapa sulle omissioni del direttore del TG1, noto leccaculo del presidente del Consiglio. Per motivi di autoreferenzialità vorrei anche ricordare ai lettori di questo blog due miei interventi del passato sull'argomento Minchiolini (http://tpi-back.blogspot.com/2009/06/minzolini-loscuramento-pro-caimano.html e poi http://tpi-back.blogspot.com/2009/06/la-linea-editoriale-di-augusto.html), così tanto per completezza d'informazione. Piccola nota a margine: dopo aver ripercorso tutta la storia dell'Augusto direttore vorrei far presente a Vittorio Feltri (autore insieme alla Santanchè della campagna ridicola per l'abolizione del canone RAI) che un ottimo motivo per non pagare la tassa non è la trasmissione di Michele Santoro ma solo e soltanto per la presenza mistificatoria di Minzolini sulla poltrona (usurpata) di direttore del telegiornale più seguito (ahimè) dagli italiani. Che magari adesso, dopo aver letto Lopapa, D'Avanzo e forse il sottoscritto, decideranno di seguire qualche altro tiggì...

0 Commenti:

Posta un commento

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]

Link a questo post:

Crea un link

<< Home page