tpi-back

mercoledì 15 marzo 2006

centesimo post


Capita proprio dopo il duello tv di ieri sera il mio post numero 100. Un numero piccolo ma allo stesso tempo importante per chi vi scrive, per chi ha avuto la forza e la volontà (supportata dal crescente consenso espresso dai lettori di questo blog) di instaurare con voi un rapporto quasi quotidiano, intenso, sincero, mai banale (spero...) e scusate se da queste righe può trasparire un pò di emozione e di autocelebrazione. Il numero dei post non è solo indicativo della continuità nello scrivere (partendo dal servizio di consultazione telefonica 1288, proseguendo con temi di varia umanità e attualità) ma anche della voglia di non perdere quell'attaccamento alle attese dei lettori che in un certo senso vengono fidelizzati dai miei scritti, dalle mie considerazioni di ordine generale e non propriamente di bandiera. A volte caustico, a volte leggero, non sempre condivisibile dalla massa dei lettori, chi vi scrive ha dato sempre, mi auguro, la sensazione di essere sulla notizia o sull'evento da commentare (ad esclusione delle situazioni interne al 1288, viste e riviste con la lente dell'operatore e non del dirigente, sempre ispirate alla correttezza aziendale e non alla critica delatoria..) quasi in punta di piedi; certo non ho esitato a colpire a volte duramente l'esponente della CdL (ma come si dice qui a Roma, me le levava dalle mani!) con critiche e sarcastiche digressioni che forse avranno avuto l'effetto dell'ortica ai lettori abituati a leggere altri blog meno schierati del mio, ma tant'è...Spero comunque, ora che ho raggiunto il traguardo dei 100 post, di poter continuare a far affidamento sul vostro consenso e sulla vostra affezionata lettura, sui vostri commenti (sempre molto parchi, a dire il vero...) e sul tam tam del passaparola, un pò come è avvenuto nell'Azienda per cui lavoro (anche se ovviamente non sanno chi si nasconde dietro lo pseudonimo NOMADUS) e che mi ha permesso di iniziare, in quel 21 novembre 2005, questa splendida avventura nella blogosfera italiana. Non mi resta che ringraziarvi di cuore e continuare.

2 Commenti:

  • Alle giovedì 16 marzo 2006 13:46:00 GMT+1 , Anonymous Anonimo ha detto...

    Non avresti potuto trovare un'altra occasione cosi ghiotta per festeggiare i cento pezzi. E'vero noi siamo un po'schierati ma sarebbe bello se anche persone che la pensano in maniera diversa si manifestassero.In fondo il confronto di idee è sempre un arricchimento della nostra democrazia.Tanti auguri di nuovo da Mauro.

     
  • Alle giovedì 16 marzo 2006 19:26:00 GMT+1 , Blogger nomadus ha detto...

    Grazie, caro MAURO per i tuoi auguri. Grazie anche per la sottolineatura che molti dei miei lettori non si schierano e soprattutto non mandano i loro commenti (anche di tenore diametralmente opposto) impedendo di fatto una crescita continua, una sorta di laboratorio di idee, di questo blog così giovane, ma anche così dotato di proprie gambe e testa idonee per andare avanti, per la buona (si spera) strada...

     

Posta un commento

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]

Link a questo post:

Crea un link

<< Home page