tpi-back

martedì 31 gennaio 2006

un frate innocuo...


La storia di padre Fedele Bisceglia, un francescano di Cosenza arrestato per violenza carnale su una suora quarantenne siciliana, e da ieri ai domiciliari grazie alla bravura dei suoi due avvocati (uno dei quali è suo cugino), ha fatto parlare di sè stampa e tv più per la sua opera di redenzione (presunta e mai verificata) nei confronti di una ex pornostar abbastanza conosciuta nel giro dei film a luci rosse, tale Luana Borgia, che per le sue doti prettamente ecclesiastiche e francescane, nel più completo senso delle parole. Oggi una nota d'agenzia riferisce che padre Fedele è stato vittima di una sorta di complotto e di faida interna (espressione usata dai suoi difensori...) tra frati e tra ospiti del suo "Oasi, centro per l'amore", una struttura creata dal frate per ospitare ex prostitute, sbandati, drogati e senza tetto, insomma la crema della società. A suffragare la tesi del complotto ci si è messo pure un medico che ci informa sulla NON possibilità da parte di padre Fedele di copulare, causa infiammazione alla prostata (di conseguenza non ha le erezioni normali tipiche in situazioni di intimità, con suore o meno...) che lo affligge da ormai due anni, costringendolo ad uno scontato intervento chirurgico già preventivato alla vigilia del suo arresto, rimandato causa forza maggiore. Non credo che l'anestesista e il chirurgo possano recarsi con tutta la squadra operatoria al domicilio del frate, stante la situazione di restrizione di libertà, ma una richiesta di sospensione dell'iter giudiziario è plausibile, anzi auspicabile dal suo collegio di difesa. Ho pensato per un attimo a questa storia, mezza boccaccesca e mezza risibile, come ad un possibile soggetto per il prossimo film di Tinto Brass, un regista con il pallino del sesso e dei fondoschiena a go-gò, maestro dei falli posticci e delle protesi di lattice molto usati nei suoi films, e quindi adatti anche alla bisogna per il povero frate Bisceglia, magari nelle vesti (saio e sandali d'ordinanza, anche con cilicio...non si sa mai) dell'allupato di turno affiancato nelle performances anche della sua cara amica Luana Borgia, della serie tutto fa brodo. Alla fine, un pò anacronisticamente, invece dell'appropriato "...oremus fratres!..." sentiremo il più prosaico "...ventisettesima, prima... ciak, motore...azione!" Piano sequenza sull'oggetto misterioso di padre Fedele Bisceglia, prostata compresa...

0 Commenti:

Posta un commento

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]

Link a questo post:

Crea un link

<< Home page