tpi-back

sabato 9 agosto 2008

auguri caro Presidente


Ho deciso di dedicare questo mio ultimo post (prima della legittima pausa ferragostana) ad una persona che secondo me non è stata capita ed apprezzata per quello che realmente meritava. E che oggi compie anche 69 anni, ottimamente portati. Auguri di cuore a Romano Prodi, un Presidente del Consiglio con la p maiuscola che, anche se molti non lo hanno mai gradito, in 618 giorni al Governo ha lasciato molti più rimpianti e buoni ricordi rispetto a quelli che potrebbe lasciare l'attuale inquilino di Palazzo Chigi. Probabilmente non "bucherà" il video come il cavaliere, certamente non avrà lo stesso accattivante sorriso del caimano, sicuramente non avrà lo stesso tono di voce e la prolissa loquacità da intrattenitore di nave da crociera del piccolo dittatore meneghino, ma è fuor di dubbio che come caratura morale, politica, da statista e da uomo universalmente apprezzato per il lavoro svolto (soprattutto per la moratoria della pena di morte), corrano anni luce tra lui ed il suo "competitor" peraltro battuto due volte. Volevo solo dedicare due righe al Professore di Scandiano per manifestargli (come ho peraltro fatto nella mail privata a lui indirizzata) il mio personalissimo ringraziamento per l'eredità morale che ha lasciato a chi, come il sottoscritto, si è riavvicinato alla politica anche grazie alla signorilità e alla buona creanza umana di chi, come lui, ha fatto del territorio politico non un'esclusiva riserva affaristica pro domo sua (al contrario del signorotto di Arcore) ma un intelligente terreno di incontro per le idee e per le libertà di tutti quelli che ancora credono nel vero dialogo (seppur su schieramenti ideologici non perfettamente collimanti) e non nel monologo, come qualcun altro. Ancora auguri di cuore, caro Presidente Prodi.

1 Commenti:

  • Alle sabato 9 agosto 2008 21:13:00 GMT+2 , Blogger il Russo ha detto...

    Mi unisco agli auguri, non sono qua a santificarlo ma non era manco belzebù come i più lo hanno fatto passare.
    Ha avuto il coraggio di andare alla conta e questo gli fa onore, di fronte ai berluschini oggi al governo lui appare come uno statista da libri di storia.

     

Posta un commento

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]

Link a questo post:

Crea un link

<< Home page